Recensioni film
 
Cerca titolo esatto
 

Recensioni Film
ALLEGORICO
ANIMAZIONE
ARTI MARZIALI
AVVENTURA
AZIONE
BIBLICO
BIOGRAFICO
COMICHE
COMICO
COMMEDIA
CORTOMETRAGGIO
DOCUMENTARIO
DRAMMATICO
FAMILY
FANTAPOLITICO
FANTASCIENZA
FANTASY
FAVOLA
GIALLO
GROTTESCO
GUERRA
HORROR
INCHIESTA
MEDIOMETRAGGIO
MELODRAMMA
METAFORA
MITOLOGICO
MUSICALE
NOIR
OPERETTA
PARODIA
POLITICO
POLIZIESCO
PROGRAMMA TELEVISIVO
PSICOLOGICO
RELIGIOSO
ROMANTICO
SATIRICO
SENTIMENTALE
SOCIALE
SPIONAGGIO
SPORTIVO
STORICO
SURREALE
TELEVISIVO
THRILLER
TRAGICOMMEDIA
WESTERN

CHIARETTA GELLI

Come Attore: [ 8 Film ]

GIORNO DI NOZZE (1942)
IL BIRICHINO DI PAPA' (1942)
Il birichino di papà (1943)
PARTENZA ORE SETTE (1945)
Albergo Luna, camera 34 (1946)
ALBERGO LUNA - CAMERA 34 (1946)
Partenza ore 7 (1946)
LO SCIOPERO DEI MILIONI (1947)

CHIARETTA GELLI Biografia Di:
CHIARETTA GELLI Filmografia

Come Attore: [ 5 Film ]

IL BIRICHINO DI PAPA' (1942)
GIORNO DI NOZZE (1942)
PARTENZA ORE SETTE (1945)
ALBERGO LUNA - CAMERA 34 (1946)
LO SCIOPERO DEI MILIONI (1947)

CHIARETTA GELLI Biografia Di:
Nata il 24 ottobre 1925 a Smirne (Turchia), ma di origine e nazionalità italiana, a quattro anni cantava e ballava come una vera bambina prodigio. Cominciò a interpretare spontaneamente brani di lirica e a quindici anni già teneva concerti. Trasferitasi in Italia,Nata il 24 ottobre 1925 a Smirne (Turchia), ma di origine e nazionalità italiana, a quattro anni cantava e ballava come una vera bambina prodigio. Cominciò a interpretare spontaneamente brani di lirica e a quindici anni già teneva concerti. Trasferitasi in Italia,cantò sui palcoscenici di Bari alcune canzoni composte dal M° Vito Vittorio Crocitto. A Roma conobbe Luigi Savini, importante manager del doppiaggio che, dopo averne apprezzato le doti canore e recitative, la presentò alla casa cinematografica Lux Film. Debuttò nel 1942 con

a Roma conobbe Luigi Savini, importante manager del doppiaggio che, dopo averne apprezzato le doti canore e recitative, la presentò alla casa cinematografica Lux Film. Debuttò nel 1942 con "Giorno di nozze" del regista Raffaello Matarazzo, insieme ad Anna Vivaldi (Proclemer), Armando Falconi, Roberto Villa, Paola Borboni. L'anno successivo (1943) interpretò, da protagonista, "Il birichino di papà", dello stesso regista, dove ebbe un eccezionale successo. Nel novembre di quell'anno, durante l'occupazione tedesca, quando ormai il cinema aveva dovuto sospendere ogni attività a causa dei continui bombardamenti su Cinecittà, venne scritturata da alcuni impresari teatrali e partecipò alla rivista di Vincenzo Rovi "Ma va là che non è vero", assieme a Valentina Cortese, Paola Veneroni, Luisa Poselli. Nella primavera sucessiva Nino Taranto la invitò a partecipare alla rivista "Scampoli", dove riscosse un grande successo personale. Dopo la ripresa dei film ("Partenza ore sette" del regista Mario Mattoli, assieme ad Alberto Rabagliati, Carlo Campanini, Tino Scotti; "Albergo Luna" diretto dal regista C.L. Bragaglia, assieme a Campanini, Andrea Checchi e Roberto Villa e "Lo sciopero dei milioni" diretto da Nunzio Malasomma, assieme a Nino Taranto, Nino Besozzi e Dolores Palumbo) partecipò ad altre cinque riviste con la compagnia teatrale "ZA...BUM" asssieme ad Enrico Viarisio, Tino Scotti, Katina Ranieri e Nino Taranto, e a qualche spettacolo straordinario, come il Piccolo Festival dell'Operetta. Incise numerosi dischi per "La Voce del Padrone". Sposata a diciotto anni con un giovane avvocato, a vent'anni divenne madre del primo figlio. Con l'avvento, nel dopoguerra, del genere cinematografico neorealista, il suo personaggio di attrice-cantante, ritagliato sul genere della commedia musicale, venne poco a poco sfumando nel panorama cinematografico italiano, dove nessun regista, probabilmente, seppe cogliere la versatilità del talento della giovane artista. Solo un regista d'oltralpe, il grande francese Renoir, nel 1947 la volle per un film, ma la Gelli aveva già deciso di ritirarsi dalle scene per dedicarsi alla famiglia. Ebbe, infatti, anche una figlia, nel 1951. E' vissuta sempre a Roma, con il marito, divenuto poi magistrato, e i due figli. Si dedicò incessantemente anche ad attività assistenziali nella parrocchia S. Croce al Flaminio, dove conobbe il grande teologo e filosofo padre Cornelio Fabro. Partecipò attivamente al fermento della Chiesa preconciliare negli anni '60, con il Movimento per un Mondo Migliore, fondato dal gesuita padre Riccardo Lombardi e, negli anni '70, si dedicò all'animazione di gruppi giovanili. Ha avuto quattro nipoti e, tra il 2003 e il 2007, è diventata due volte bisnonna. E' morta, all'età di 82 anni, il 29 dicembre 2007.





 
Commenti inseriti: 0
film.zam.it © 2005, Eventuali comunicazioni , segnalazioni e broken links possono essere inviati alla Redazione
Le schede e gli articoli pubblicati su zam.it possono essere riprodotti liberamente, a condizione che si specifichi l'autore e il link film.zam.it