Recensioni film
 
Cerca titolo esatto
 

Recensioni Film
ALLEGORICO
ANIMAZIONE
ARTI MARZIALI
AVVENTURA
AZIONE
BIBLICO
BIOGRAFICO
COMICHE
COMICO
COMMEDIA
CORTOMETRAGGIO
DOCUMENTARIO
DRAMMATICO
FAMILY
FANTAPOLITICO
FANTASCIENZA
FANTASY
FAVOLA
GIALLO
GROTTESCO
GUERRA
HORROR
INCHIESTA
MEDIOMETRAGGIO
MELODRAMMA
METAFORA
MITOLOGICO
MUSICALE
NOIR
OPERETTA
PARODIA
POLITICO
POLIZIESCO
PROGRAMMA TELEVISIVO
PSICOLOGICO
RELIGIOSO
ROMANTICO
SATIRICO
SENTIMENTALE
SOCIALE
SPIONAGGIO
SPORTIVO
STORICO
SURREALE
TELEVISIVO
THRILLER
TRAGICOMMEDIA
WESTERN

RISATE DI GIOIA

GenereCOMMEDIA
DRAMMATICO
Anno1960
Durata106m
PaeseITALIA
Ispirato aDAI RACCONTI DI ALBERTO MORAVIA "RISATE DI GIOIA" E "LADRI IN CHIESA"
 
RegiaMARIO MONICELLI
Attori
FANFULLA
TOTO'
GIANNI BONAGURA
ANNA CAMPORI
FRED CLARK
ALBERTO DE AMICIS
PEPPINO DE MARTINO
DORI DORIKA
BEN GAZZARA
JOHN FRANCIS LANE
ANNA MAGNANI
MARA OMBRA
CARLO PISACANE
KURT POLTER
MAC RONEY
MARCELLA ROVENA
GINA ROVERE
DONATELLA TURRI
TONI UCCI
LEOPOLDO VALENTINI
EDY VESSEL
RIK VON NUTTER

Ricerca il film su DVD

Trama RISATE DI GIOIA
"Tortorella" è una generica di Cinecittà, che per vivere fa delle piccole parti, ma si dà delle arie da diva. L'ultimo giorno dell'anno riceve un invito a cena da una comitiva di conoscenti che, essendo in tredici, vogliono evitare il numero infausto. Quando l'arrivo di altri ospiti rende inutile la sua presenza, Tortorella è piantata in asso. Per non restare sola s'accompagna ad Umberto, un ex attore di infimo ordine, che le fa la corte. Questi però ha promesso la sua collaborazione a Lello, un borsaiolo, che vuole approfittare della confusione della notte di San Silvestro per tentare qualche colpo. Accade così che la donna, che non sa nulla di tutto questo, si trovi immischiata nelle operazioni di Umberto e Lello. Quest'ultimo per evitare che Tortorella scopra la verità, finge di essere innamorato di lei, e la donna finisce col ricambiare sinceramente il simulato affetto. Ma il suo inopportuno intervento manderà regolarmente all'aria gli ingegnosi disegni del tagliaborse e del suo rassegnato compare. All'alba i tre vengono cacciati in malo modo da una casa patrizia, nella quale s'erano introdotti. Umberto vorrebbe aprire gli occhi a Tortorella, ma la donna è troppo innamorata per poter ammettere che Lello si burli di lei. Quando lo vede entrare in chiesa, lo crede in preda al rimorso: lo sorprende invece nell'atto di rubare una collana preziosa da una statua della Vergine. Scoperto il furto, ella s'addossa la colpa del mariuolo e finisce in prigione. Uscirà il giorno di Ferragosto: Umberto, il suo vecchio amico e corteggiatore, sarà li' ad attenderla.

 
Commenti inseriti: 0

Film scontati
film.zam.it © 2005, Eventuali comunicazioni , segnalazioni e broken links possono essere inviati alla Redazione
Le schede e gli articoli pubblicati su zam.it possono essere riprodotti liberamente, a condizione che si specifichi l'autore e il link film.zam.it