Recensioni film
 
Cerca titolo esatto
 
Recensioni Film
ALLEGORICO
ANIMAZIONE
ARTI MARZIALI
AVVENTURA
AZIONE
BIBLICO
BIOGRAFICO
COMICHE
COMICO
COMMEDIA
CORTOMETRAGGIO
DOCUMENTARIO
DRAMMATICO
FAMILY
FANTAPOLITICO
FANTASCIENZA
FANTASY
FAVOLA
GIALLO
GROTTESCO
GUERRA
HORROR
INCHIESTA
MEDIOMETRAGGIO
MELODRAMMA
METAFORA
MITOLOGICO
MUSICALE
NOIR
OPERETTA
PARODIA
POLITICO
POLIZIESCO
PROGRAMMA TELEVISIVO
PSICOLOGICO
RELIGIOSO
ROMANTICO
SATIRICO
SENTIMENTALE
SOCIALE
SPIONAGGIO
SPORTIVO
STORICO
SURREALE
TELEVISIVO
THRILLER
TRAGICOMMEDIA
WESTERN

LE QUATTRO GIORNATE DI NAPOLI

LE QUATTRO GIORNATE DI NAPOLI
GenereDRAMMATICO
Anno1962
Durata123m
PaeseITALIA
Musiche diMUSICA DIRETTA DA PIER LUIGI URBINI (ED. TANK)
 
RegiaNANNI LOY
Attori
LEA MASSARI
ALDO GIUFFRE'
GIAN MARIA VOLONTE'
GEORGES WILSON
REGINA BIANCHI
DOMENICO FORMATO
FRANCO SPORTELLI
PUPELLA MAGGIO
ENZO TURCO
JEAN SOREL
LUIGI DE FILIPPO
RAFFAELE BARBATO
CHARLES BELMONT
CURT LOWENS
ENZO CANNAVALE
FRANCO BALDUCCI
VINCENZO BARBATO
SILLA BETTINI
SILVANA BUZZANCA
ANTONIO CASAGRANDE
NINO CASTELNUOVO
DALE CUMMINGS
PETER DANE
ANTONELLA DELLA PORTA
ADRIANA FACCHETTI
ANNA MARIA FERRERO
LUIS GOETZ
GIUSEPPE JODICE
SERGIO JOSSA
ROSALIA MAGGIO
FERDINANDO MUROLO
MARIO NANDI
VERA NANDI
EDUARDO PASSARELLI
ENZO PETITO
ENRICO SALVATORE
CARLO TARANTO
RENATO TERRA
MAX TURILLI
FRANK WOLFF

Ricerca il film su DVD

La Trama Autore:
Il racconto, quasi in chiave romanzesca, dell'insurrezione popolare che mise fine all'occupazione nazista prima dell'avvento delle truppe angloamericane. Napoli fu la prima città europea ad insorgere e cacciare i tedeschi con la sola forza di molti cittadini che, con ogni mezzo, diedero il cuore e profusero un ineguagliabile coraggio in ogni singola battaglia, strada per strada. Non mancano azioni eroiche di singoli personaggi, primo fra tutti il dodicenne Gennaro Capuozzo, medaglia d'oro alla memoria, che sacrificò la propria vita nel tentativo di scagliare una bomba incendiaria contro un blindato tedesco.

 
Commenti inseriti: 1
Autore: - 25.07.2006
Innanzitutto, credo che il film sia stato girato volutamente in bianco e nero per far sì che gli scenari apparissero quanto più rispondenti ai tempi della guerra. Il buon Nanni Loy ce la mise tutta ma, in alcune scene girate in strada (in particolar modo al Corso Umberto I), le insegne di diversi negozi chiusi mettono inequivocabilmente in risalto l'epoca in cui fu girata la pellicola (1962). In ogni modo, c'è tutta la buona volontà del regista. Ottimo film.

Film scontati
film.zam.it © 2005, Eventuali comunicazioni , segnalazioni e broken links possono essere inviati alla Redazione
Le schede e gli articoli pubblicati su zam.it possono essere riprodotti liberamente, a condizione che si specifichi l'autore e il link film.zam.it