Recensioni film
 
Cerca titolo esatto
 

Recensioni Film
ALLEGORICO
ANIMAZIONE
ARTI MARZIALI
AVVENTURA
AZIONE
BIBLICO
BIOGRAFICO
COMICHE
COMICO
COMMEDIA
CORTOMETRAGGIO
DOCUMENTARIO
DRAMMATICO
FAMILY
FANTAPOLITICO
FANTASCIENZA
FANTASY
FAVOLA
GIALLO
GROTTESCO
GUERRA
HORROR
INCHIESTA
MEDIOMETRAGGIO
MELODRAMMA
METAFORA
MITOLOGICO
MUSICALE
NOIR
OPERETTA
PARODIA
POLITICO
POLIZIESCO
PROGRAMMA TELEVISIVO
PSICOLOGICO
RELIGIOSO
ROMANTICO
SATIRICO
SENTIMENTALE
SOCIALE
SPIONAGGIO
SPORTIVO
STORICO
SURREALE
TELEVISIVO
THRILLER
TRAGICOMMEDIA
WESTERN

L'ARBITRO

GenereCOMMEDIA
Anno1974
Durata112m
PaeseITALIA
 
RegiaLUIGI FILIPPO D'AMICO
Attori
LANDO BUZZANCA
JOAN COLLINS
IGNAZIO LEONE
MASSIMO MOLLICA
GABRIELLA PALLOTTA
MARISA SOLINAS
DANIELE VARGAS

Ricerca il film su DVD

Trama L'ARBITRO
L'arbitro di serie A Carmelo Lo Cascio di Acireale, dove vive con la moglie Laura e un figlio che lo contesta; dove possiede un'avviata stazione di servizio; e dove, infine, vuole costruire un motel - ha il culto della propria professione, in cui si ritiene infallibile e incorruttibile e alla quale subordina persino la sua vita matrimoniale. Chiamato a dirigere il "derby" milanese, conosce, durante una festicciola in casa del suo ricco compaesano Armando Laforgia, la seducente giornalista Elena Sperani. Catturato dalla sua sensualità, Lo Cascio - che è diventato intanto, arbitro internazionale e già spera d'esser chiamato ai campionati del mondo - dimentica la propria integrità e si abbandona a sfrenatezze cui rimedia, per tenersi in forma, con abbondanti dosi di eccitanti. Quando però, pur ignorando la tresca la moglie troppo a lungo trascurata minaccia di lasciarlo, Carmelo si separa per sempre da Elena e torna quell'inflessibile uomo che era, tanto da rifiutare, per paura di compromettersi, il finanziamento di Laforgia per il suo motel. Finirà tuttavia, vittima della sua parossistica fissazione, in una clinica per malati di mente.

 
Commenti inseriti: 0

Film scontati
film.zam.it © 2005, Eventuali comunicazioni , segnalazioni e broken links possono essere inviati alla Redazione
Le schede e gli articoli pubblicati su zam.it possono essere riprodotti liberamente, a condizione che si specifichi l'autore e il link film.zam.it