Recensioni film
 
Cerca titolo esatto
 

Recensioni Film
ALLEGORICO
ANIMAZIONE
ARTI MARZIALI
AVVENTURA
AZIONE
BIBLICO
BIOGRAFICO
COMICHE
COMICO
COMMEDIA
CORTOMETRAGGIO
DOCUMENTARIO
DRAMMATICO
FAMILY
FANTAPOLITICO
FANTASCIENZA
FANTASY
FAVOLA
GIALLO
GROTTESCO
GUERRA
HORROR
INCHIESTA
MEDIOMETRAGGIO
MELODRAMMA
METAFORA
MITOLOGICO
MUSICALE
NOIR
OPERETTA
PARODIA
POLITICO
POLIZIESCO
PROGRAMMA TELEVISIVO
PSICOLOGICO
RELIGIOSO
ROMANTICO
SATIRICO
SENTIMENTALE
SOCIALE
SPIONAGGIO
SPORTIVO
STORICO
SURREALE
TELEVISIVO
THRILLER
TRAGICOMMEDIA
WESTERN

L'INVENZIONE DI MOREL

GenereFANTASY
Anno1974
Durata110m
PaeseITALIA
Ispirato aROMANZO OMONIMO DI ADOLFO BIOY CASARES
 
RegiaEMIDIO GRECO
Attori
GIULIO BROGI
ANNA KARINA
JOHN STEINER
EZIO MARANO
ROBERTO HERLITZKA
ANNA MARIA GHERARDI
GIANCARLO MARMORI
FILIPPO DE GARA
CLAUDIO TRIONFI
MARGARETH LE VAN
LAURA DE MARCHI
DOLLY DEE
FIORELLA INFASCELLI
VIRGINIA SABEL

Ricerca il film su DVD

Trama L'INVENZIONE DI MOREL
Ricercato dalla polizia, un naufrago approda su di una spiaggia proprio quando la barca cede e le forze sono agli sgoccioli. L'isola appare deserta; abbandonata è la stravagante architettura nella quale il sopravvissuto si inoltra per cercare cibo più che compagnia. Nei giorni che seguono una bellissima donna lo attira: è Faustine, alla quale si aggiungono uomini e donne pressochè guidati a bacchetta da un vampiresco scienziato, Morel. Il fuggitivo rivolge timide parole alla donna, ma ben presto s'avvede che nessuno lo nota. Mentre le sue angosce kafkiane aumentano, gli elementi chiave appaiono via via più chiari: i personaggi che il naufrago insegue, e con i quali un poco alla volta si mescola, non sono reali. Sono la proiezione completa che Morel è riuscito a registrare con una macchina di sua invenzione, fermando non solo l'immagine o il suono, ma tutto quanto colpisce i sensi umani. Essendo mortali i raggi dell'infernale aggeggio, i protagonisti della settimana di vacanza sono morti e ora, quando i raggi solari mettono in moto il meccanismo, per l'eternità le "buonanime" ripetono gesti, discorsi, balletti scipiti, riti banali da borghesucci disimpegnati. E' immortalità, questa? No, poichè il sogno di Morel, e cioè di afferrare l'anima umana rinserrata nel contesto del quotidiano, è stato il suo unico errore... Disperato, privo di mezzi per sopravvivere, anche il naufrago cede alla tentazione, forse per rivedere l'enigmatica Faustine, forse per consacrarsi effimeramente al futuro: si mette di fronte al meccanismo di ripresa; poi ci ripensa e lo distrugge; ma è ormai troppo tardi anche per lui, consumato dai velenosi raggi di una tecnica che ha cercato di fare propria dell'uomo l'eternità divina...

 
Commenti inseriti: 0

Film scontati
film.zam.it © 2005, Eventuali comunicazioni , segnalazioni e broken links possono essere inviati alla Redazione
Le schede e gli articoli pubblicati su zam.it possono essere riprodotti liberamente, a condizione che si specifichi l'autore e il link film.zam.it