Recensioni film
 
Cerca titolo esatto
 

Recensioni Film
ALLEGORICO
ANIMAZIONE
ARTI MARZIALI
AVVENTURA
AZIONE
BIBLICO
BIOGRAFICO
COMICHE
COMICO
COMMEDIA
CORTOMETRAGGIO
DOCUMENTARIO
DRAMMATICO
FAMILY
FANTAPOLITICO
FANTASCIENZA
FANTASY
FAVOLA
GIALLO
GROTTESCO
GUERRA
HORROR
INCHIESTA
MEDIOMETRAGGIO
MELODRAMMA
METAFORA
MITOLOGICO
MUSICALE
NOIR
OPERETTA
PARODIA
POLITICO
POLIZIESCO
PROGRAMMA TELEVISIVO
PSICOLOGICO
RELIGIOSO
ROMANTICO
SATIRICO
SENTIMENTALE
SOCIALE
SPIONAGGIO
SPORTIVO
STORICO
SURREALE
TELEVISIVO
THRILLER
TRAGICOMMEDIA
WESTERN

LA MAZURKA DEL BARONE, DELLA SANTA E DEL FICO FIORONE

GenereGROTTESCO
Anno1975
Durata110m
PaeseITALIA
 
RegiaPUPI AVATI
Attori
UGO TOGNAZZI
PAOLO VILLAGGIO
DELIA BOCCARDO
GIANNI CAVINA
GIULIO PIZZIRANI
GIANFRANCO BARRA
PATRIZIA DE CLARA
LUCIENNE CAMILLE
LUCIO DALLA
BOB TONELLI
ANDREA MATTEUZZI
CESARE BASTELLI
GIORGIO CELLI

Ricerca il film su DVD

Trama LA MAZURKA DEL BARONE, DELLA SANTA E DEL FICO FIORONE
Siamo in Romagna e una grossa pianta di fico è oggetto di venerazione da parte del popolo poiché su quel fico si era rifugiata Santa Gerolama dopo essere stata violentata dai barbari soldati di Liutprando nel 726 e sul quel fico aveva dato alla luce un bambino. Miracoli erano avvenuti nel corso dei secoli e, nel 1400, la Chiesa aveva riconosciuto la venerazione al santo fico, posto nella proprietà dei baroni Pellacane. Su quel fico era salito, dopo una vittoria sportiva nel 1936, anche il giovane barone Anteo Pellacane; ma un ramo del fico si era spezzato, rendendo irrimediabilmente storpio il giovane Anteo. Da questa disgrazia era derivata la sua miscredenza, l'avversione alla religione e al venerato fico, che con tutti i mezzi cercherà inutilmente di distruggere, divenuto unico padrone della proprietà. Giunge nella zona, con una roulotte, un uomo con due donne di malaffare: sono i masosadosex. Approfittando della credenza che Santa Gerolama ogni cento anni appare sul fico, una delle due donne, sapendo della scadenza, appare sul fico traendo in inganno il miscredente barone Anteo, che finisce col diventare credente e bigotto. Vende tutti i suoi beni per fondare un monastero di monache del fico. In realtà i soldi finiscono nell'acquisto di una casa di piacere a Vigevano. La donna di malaffare, che s'era prestata all'inganno, lo rivela alla polizia e quindi, per consolare il povero barone Anteo, appare ancora una volta sull'albero, in pieno inverno, ma viene colta dalle doglie del parto e dà alla luce un bel bambino, proprio come Santa Gerolama. Si grida al miracolo. I pellegrini accorrono e il prete, don Arioso, favorisce la credulità popolare.

 
Commenti inseriti: 0

Film scontati
film.zam.it © 2005, Eventuali comunicazioni , segnalazioni e broken links possono essere inviati alla Redazione
Le schede e gli articoli pubblicati su zam.it possono essere riprodotti liberamente, a condizione che si specifichi l'autore e il link film.zam.it