Recensioni film
 
Cerca titolo esatto
 

Recensioni Film
ALLEGORICO
ANIMAZIONE
ARTI MARZIALI
AVVENTURA
AZIONE
BIBLICO
BIOGRAFICO
COMICHE
COMICO
COMMEDIA
CORTOMETRAGGIO
DOCUMENTARIO
DRAMMATICO
FAMILY
FANTAPOLITICO
FANTASCIENZA
FANTASY
FAVOLA
GIALLO
GROTTESCO
GUERRA
HORROR
INCHIESTA
MEDIOMETRAGGIO
MELODRAMMA
METAFORA
MITOLOGICO
MUSICALE
NOIR
OPERETTA
PARODIA
POLITICO
POLIZIESCO
PROGRAMMA TELEVISIVO
PSICOLOGICO
RELIGIOSO
ROMANTICO
SATIRICO
SENTIMENTALE
SOCIALE
SPIONAGGIO
SPORTIVO
STORICO
SURREALE
TELEVISIVO
THRILLER
TRAGICOMMEDIA
WESTERN

MADONNA CHE SILENZIO C'E' STASERA

GenereCOMMEDIA
Anno1982
Durata93m
PaeseITALIA
Musiche diCOMPOSTE E ESEGUITE DA BAR LUNA, ED.NE MUSICALE "FEER ITALY"
 
RegiaMAURIZIO PONZI
Attori
FRANCESCO NUTI
EDY ANGELILLO
LUCILLA BARONI
UGO BENCINI
MARIO CASSIGOLI
MARIO CESARINO
LETIZIA DE STEFANIS
FAUSTO FIDENZIO
ANDREA MONTUSCHI
GIOVANNI NANNINI
NOVELLO NOVELLI
GIANNA SAMMARCO
MASSIMO SARCHIELLI
RICKY TOGNAZZI

Ricerca il film su DVD

Trama MADONNA CHE SILENZIO C'E' STASERA
Il film racconta la storia d'una giornata di Francesco il giovane protagonista. Egli si sveglia di soprassalto al trillo della sveglia, si libera a fatica dalle braccia possessive della madre che lo perseguita con il suo affetto e parte con la bicicletta in cerca di lavoro per le vie di Prato, la sua città fremente di operosi telai tessili, che alienano gli addetti al lavoro e mozzano loro dita e talvolta, braccia e gambe. Inutile dire che il nostro non riuscirà a trovare lavoro, come tanti altri giovani d'oggi, dei quali è in qualche modo esempio emblematico. Incontra invece tipi strani e bislacchi: il Magnifico, che ha conosciuto il padre di Francesco prima del suo espatrio per il Perù; un ragazzino bugiardo e furbo che lo coinvolge in imprese da adolescente; un maniaco oppresso dalla ossessione della persecuzione; un barista restio a metter fuori la voce; una ragazza di strada, che si fa consegnare le 50.000 lire che egli aveva vinto in uno strampalato concorso per voci nuove. Alla sera si ritrova, com'era prevedibile, solo e disperato. Suo problema era stato non soltanto quello di trovar lavoro ma anche di ritrovare l'affetto di Maria che l'aveva abbandonato: e la sera prima di prender sonno, si sentirà chiamare per telefono proprio da Maria. La speranza dunque non delude completamente il povero Francesco! L'unico vero dialogo che gli riesce bene, però, è quello che egli stabilisce con se stesso, che dal registratore gli dà il buon giorno e la buona notte!

 
Commenti inseriti: 0

Film scontati
film.zam.it © 2005, Eventuali comunicazioni , segnalazioni e broken links possono essere inviati alla Redazione
Le schede e gli articoli pubblicati su zam.it possono essere riprodotti liberamente, a condizione che si specifichi l'autore e il link film.zam.it