Recensioni film
 
Cerca titolo esatto
 

Recensioni Film
ALLEGORICO
ANIMAZIONE
ARTI MARZIALI
AVVENTURA
AZIONE
BIBLICO
BIOGRAFICO
COMICHE
COMICO
COMMEDIA
CORTOMETRAGGIO
DOCUMENTARIO
DRAMMATICO
FAMILY
FANTAPOLITICO
FANTASCIENZA
FANTASY
FAVOLA
GIALLO
GROTTESCO
GUERRA
HORROR
INCHIESTA
MEDIOMETRAGGIO
MELODRAMMA
METAFORA
MITOLOGICO
MUSICALE
NOIR
OPERETTA
PARODIA
POLITICO
POLIZIESCO
PROGRAMMA TELEVISIVO
PSICOLOGICO
RELIGIOSO
ROMANTICO
SATIRICO
SENTIMENTALE
SOCIALE
SPIONAGGIO
SPORTIVO
STORICO
SURREALE
TELEVISIVO
THRILLER
TRAGICOMMEDIA
WESTERN

IMPROVVISO

GenereDRAMMATICO
PSICOLOGICO
Anno1979
Durata95m
PaeseITALIA
Ispirato aROM. "TRANSIT" DI EDITH BRUCK
 
RegiaEDITH BRUCK
Attori
ELVIRA AGACE
PIERFRANCESCO AIELLO
SALVATORE AIESI
RAF BALDASSARRE
DELIA BOCCARDO
ANTONIO BONIFACIO
PIERO BOTTINI
CLAUDIO CALABRESI
OLIVIA CASADEI
ANGELO COLAGROSSI
ALDO COPPOLA
ANDREA FERREOL
ALESSANDRA MEI
VALERIA MORICONI
BIAGIO PELLIGRA
GIACOMO ROSSELLI
VALERIA SABEL
MARIYA TOCINOWSKY

Ricerca il film su DVD

Trama IMPROVVISO
Michele, non più fanciullo e non ancora giovanotto, vive con la madre Anna e la zia Luisa nella periferia de L'Aquila. La madre, infermiera di ospedale, ha concepito il figlio da una relazione che non si è potuta coronare con il matrimonio per l'ostilità dei familiari ed ora vive sola, come sua sorella Luisa. Michele Nardi è così cresciuto tra la mancanza di un uomo e le esagerazioni protettive e affettive delle due donne. A queste va aggiunta l'insegnante di violoncello, una donna dedita al vecchio e ammalato padre, anche lei tendente a riversare equivocamente sull'alunno una sessualità frustrata. Michele ha qualche amico, ma anziché stimoli attivi, riceve ferite della loro esuberanza. Una ragazzetta inizia con lui un dialogo amicale che l'introverso Michele rompe quando viene spaventato dall'apparente atteggiamento disinibito della stessa. Con questo bagaglio di impreparazione alla vita il Nardi si reca a Roma per un esame di violoncello. Quando giunge presso lo zio Luigi, fratello della mamma e della zia, da una cugina viene brutalmente informato sui retroscena domestici. Fermo ad una stazioncella, Michele si esibisce su richiesta di passeggeri in sala d'attesa. Euforico per gli applausi, allunga istintivamente e goffamente la mano verso le gambe di una giovane tedesca, ora sola come lui ad attendere un treno. Le reazioni della giovane donna sono esagerate e quelle di Michele risultano abnormi poiché uccide e fugge. Individuato e imprigionato, passa da un carcere minorile all'altro, subendo un rapido e inesorabile deperimento psicofisico.

 
Commenti inseriti: 0

Film scontati
film.zam.it © 2005, Eventuali comunicazioni , segnalazioni e broken links possono essere inviati alla Redazione
Le schede e gli articoli pubblicati su zam.it possono essere riprodotti liberamente, a condizione che si specifichi l'autore e il link film.zam.it