Recensioni film
 
Cerca titolo esatto
 

Recensioni Film
ALLEGORICO
ANIMAZIONE
ARTI MARZIALI
AVVENTURA
AZIONE
BIBLICO
BIOGRAFICO
COMICHE
COMICO
COMMEDIA
CORTOMETRAGGIO
DOCUMENTARIO
DRAMMATICO
FAMILY
FANTAPOLITICO
FANTASCIENZA
FANTASY
FAVOLA
GIALLO
GROTTESCO
GUERRA
HORROR
INCHIESTA
MEDIOMETRAGGIO
MELODRAMMA
METAFORA
MITOLOGICO
MUSICALE
NOIR
OPERETTA
PARODIA
POLITICO
POLIZIESCO
PROGRAMMA TELEVISIVO
PSICOLOGICO
RELIGIOSO
ROMANTICO
SATIRICO
SENTIMENTALE
SOCIALE
SPIONAGGIO
SPORTIVO
STORICO
SURREALE
TELEVISIVO
THRILLER
TRAGICOMMEDIA
WESTERN

LA CADUTA DEGLI ANGELI RIBELLI

GenereDRAMMATICO
Anno1981
Durata103m
PaeseITALIA
Musiche di"TRISTANO E ISOTTA" DI WAGNER, GIUSEPPE VERDI, FRANZ SCHUBERT
 
RegiaMARCO TULLIO GIORDANA
Attori
FRANCESCA ARCHIBUGI
YVES BENEYTON
CLIO GOLDSMITH
VITTORIO MARCHETTI
VITTORIO MEZZOGIORNO
FEDERICO PACIFICI
FRANCESCA RINALDI
ALIDA VALLI
PASQUALE ZITO

Ricerca il film su DVD

Trama LA CADUTA DEGLI ANGELI RIBELLI
Cecilia ha appena saputo che il padre è irrimediabilmente malato. Ancora sotto choc, si ferma lungo l'autostrada e, senza una parola, si concede ad uno sconosciuto che si è fermato per soccorrerla. La giovane donna ha quanto basta per essere felice: un marito comprensivo e intelligente, una bambina meravigliosa, una bella casa; una governante affezionata, un lavoro interessante. Eppure quell'incontro ha risvegliato in lei segrete inquietudini e quando lo sconosciuto si fa vivo di nuovo, Cecilia, dopo un debole tentativo di resistenza, ne diviene l'amante. La sua vita di signora "bene" è sconvolta, le sue notti sono pervase da incubi; allora abbandona la sua famiglia e segue Vittorio a Milano, Napoli e Palermo, in una fuga che si farà sempre più drammatica poiché lui è un terrorista deluso ormai condannato a morte dai compagni abbandonati. Resasi conto dell'assurdità di una vita all'insegna della paura e senza scampo; dopo aver rintracciato il marito, Cecilia uccide Vittorio.

 
Commenti inseriti: 0

Film scontati
film.zam.it © 2005, Eventuali comunicazioni , segnalazioni e broken links possono essere inviati alla Redazione
Le schede e gli articoli pubblicati su zam.it possono essere riprodotti liberamente, a condizione che si specifichi l'autore e il link film.zam.it