Recensioni film
 
Cerca titolo esatto
 

Recensioni Film
ALLEGORICO
ANIMAZIONE
ARTI MARZIALI
AVVENTURA
AZIONE
BIBLICO
BIOGRAFICO
COMICHE
COMICO
COMMEDIA
CORTOMETRAGGIO
DOCUMENTARIO
DRAMMATICO
FAMILY
FANTAPOLITICO
FANTASCIENZA
FANTASY
FAVOLA
GIALLO
GROTTESCO
GUERRA
HORROR
INCHIESTA
MEDIOMETRAGGIO
MELODRAMMA
METAFORA
MITOLOGICO
MUSICALE
NOIR
OPERETTA
PARODIA
POLITICO
POLIZIESCO
PROGRAMMA TELEVISIVO
PSICOLOGICO
RELIGIOSO
ROMANTICO
SATIRICO
SENTIMENTALE
SOCIALE
SPIONAGGIO
SPORTIVO
STORICO
SURREALE
TELEVISIVO
THRILLER
TRAGICOMMEDIA
WESTERN

LIBIDO

GenereGIALLO
Anno1967
Durata90m
PaeseITALIA
 
RegiaERNESTO GASTALDI
RegiaVITTORIO SALERNO
Attori
DOMINIQUE BOSCHERO
ALAN COLLINS
JOHN CHARLIE JOHNS
MARA MARYL

Ricerca il film su DVD

Trama LIBIDO
Il giovane padrone di una villa, lasciatagli dal padre, vi giunge accompagnato dalla moglie e dal tutore nonché esecutore testamentario, a sua volta accompagnato dalla moglie. Il giovane vive nell'incubo di diventare maniaco sessuale come il padre. Nella sua memoria, infatti, è ancor vivo il terrificante spettacolo al quale aveva casualmente assistito, ancor fanciullo, quando il padre aveva sadicamente massacrato una donna in una delle stanze della villa. La ripresa di contatto con il morboso ambiente e con numerosi oggetti che stimolano la sua memoria, sembra avvalorare i suoi timori. Ma ancor di più i suoi nervi vengono scossi da una serie di situazioni che sembrano denunciare una permanenza dello spirito del padre nell'ambiente. Un po' alla volta, però, il giovane si rende conto che quanto sta succedendo non è né casuale né preternaturale. I suoi sospetti si portano prima sul tutore poi sulla propria moglie. Ma la morte dell'uno e dell'altra chiarisce la situazione della vera colpevole vale a dire della moglie del tutore. Ma alla fine l'autrice della infernale macchinazione non potrà godere i frutti dei suoi delitti.

 
Commenti inseriti: 0

Film scontati
film.zam.it © 2005, Eventuali comunicazioni , segnalazioni e broken links possono essere inviati alla Redazione
Le schede e gli articoli pubblicati su zam.it possono essere riprodotti liberamente, a condizione che si specifichi l'autore e il link film.zam.it