Recensioni film
 
Cerca titolo esatto
 

Recensioni Film
ALLEGORICO
ANIMAZIONE
ARTI MARZIALI
AVVENTURA
AZIONE
BIBLICO
BIOGRAFICO
COMICHE
COMICO
COMMEDIA
CORTOMETRAGGIO
DOCUMENTARIO
DRAMMATICO
FAMILY
FANTAPOLITICO
FANTASCIENZA
FANTASY
FAVOLA
GIALLO
GROTTESCO
GUERRA
HORROR
INCHIESTA
MEDIOMETRAGGIO
MELODRAMMA
METAFORA
MITOLOGICO
MUSICALE
NOIR
OPERETTA
PARODIA
POLITICO
POLIZIESCO
PROGRAMMA TELEVISIVO
PSICOLOGICO
RELIGIOSO
ROMANTICO
SATIRICO
SENTIMENTALE
SOCIALE
SPIONAGGIO
SPORTIVO
STORICO
SURREALE
TELEVISIVO
THRILLER
TRAGICOMMEDIA
WESTERN

CHI HA DETTO CHE C'E' UN LIMITE A TUTTO

GenereCOMMEDIA
Anno1966
Titolo Originale"MONSIEUR LE PRESIDENT DIRECTEUR GENERAL"
Durata87m
PaeseFRANCIA
 
RegiaJEAN GIRAULT
Attori
ROMAIN BOUTEILLE
TOMMY DUGGAN
MICHEL GALABRU
MARIA MACHADO
JACQUELINE MAILLAN
CHRISTIAN MARIM
JACQUES MARTIN
PIERRE MONDY
CLAUDE RICH
FRANCE RUMILLY

Ricerca il film su DVD

Trama CHI HA DETTO CHE C'E' UN LIMITE A TUTTO
Un industriale, Leonard, deciso a creare un unico direttore generale, pensa di sceglierlo fra i quattro suoi rappresentanti europei. Giunto a Parigi con la sua giovane segretaria accetta d'invito del francese Bonneval di andare a trascorrere alcuni giorni nella sua villa in campagna insieme ai colleghi.Ma qui la situazione si complica.Un maniaco che uccide durante il plenilunio si introduce in casa, chiedendo alla signora Bonneval che è avvocato di essere difeso. La sua presenza e quella della polizia crea una serie di intrighi di cui fanno le spese tre dei concorrenti alla carica. Dopo varie complicazioni, il maniaco si rivela come un giovane avvocato in cerca di esperienze e di aiuto per difendere un delinquente che si era rivolto a lui. La signora Bonneval difenderà il vero mostro, il giovane avvocato fuggirà con la segretaria dell'industriale il quale, consolandosi con un'altra donna, promuove Bonneval direttore generale.

 
Commenti inseriti: 0

Film scontati
film.zam.it © 2005, Eventuali comunicazioni , segnalazioni e broken links possono essere inviati alla Redazione
Le schede e gli articoli pubblicati su zam.it possono essere riprodotti liberamente, a condizione che si specifichi l'autore e il link film.zam.it