Recensioni film
 
Cerca titolo esatto
 

Recensioni Film
ALLEGORICO
ANIMAZIONE
ARTI MARZIALI
AVVENTURA
AZIONE
BIBLICO
BIOGRAFICO
COMICHE
COMICO
COMMEDIA
CORTOMETRAGGIO
DOCUMENTARIO
DRAMMATICO
FAMILY
FANTAPOLITICO
FANTASCIENZA
FANTASY
FAVOLA
GIALLO
GROTTESCO
GUERRA
HORROR
INCHIESTA
MEDIOMETRAGGIO
MELODRAMMA
METAFORA
MITOLOGICO
MUSICALE
NOIR
OPERETTA
PARODIA
POLITICO
POLIZIESCO
PROGRAMMA TELEVISIVO
PSICOLOGICO
RELIGIOSO
ROMANTICO
SATIRICO
SENTIMENTALE
SOCIALE
SPIONAGGIO
SPORTIVO
STORICO
SURREALE
TELEVISIVO
THRILLER
TRAGICOMMEDIA
WESTERN

SEMINO' LA MORTE... LO CHIAMAVANO IL CASTIGO DI DIO

GenereWESTERN
Anno1972
Durata87m
PaeseITALIA
 
RegiaROBERTO MAURI
Attori
MATILDE ANTONELLI
ZARA CILLI
IRIO FANTINI
BRAD HARRIS
VASSILI KARIS
ROBERTO MESSINA
MARIELLA PALMICH
FRANCO PASQUETTO
IVO SCHERPIANI
JOSE' TORRES
GINO TURINI

Ricerca il film su DVD

Trama SEMINO' LA MORTE... LO CHIAMAVANO IL CASTIGO DI DIO
Django, ex sceriffo federale, viene arrestato come presunto ladro di un forziere colmo di dollari, destinati alla costruzione della scuola e della chiesa di Silver City. In carcere conosce Spirito Santo, un messicano divenuto bandito per procurare soldi alla "revolucion". Evasi entrambi, grazie all'intervento del misterioso capo del suo compagno di cella, Django non tarda a scoprire che l'uomo è Scott Miller, un losco individuo cui egli dà la caccia da anni perché responsabile di un triplice omicidio (i suoi uomini gli uccisero, per rapinarli, un fratello e la sua famiglia). Mentre Django tenta invano di rintracciare il fuorilegge, Spirito Santo si impadronisce del forziere, che era stato Scott a rubare, ma deve a sua volta cederlo all'ex sceriffo, che lo restituisce alla popolazione di Silver City. Finalmente, Django ritrova Scott, finisce nelle sue mani, riacquista la libertà e in un'aspra contesa finale riesce - con l'aiuto di Spirito Santo, che ci rimette la vita - a uccidere il fuorilegge.

 
Commenti inseriti: 0

Film scontati
film.zam.it © 2005, Eventuali comunicazioni , segnalazioni e broken links possono essere inviati alla Redazione
Le schede e gli articoli pubblicati su zam.it possono essere riprodotti liberamente, a condizione che si specifichi l'autore e il link film.zam.it