Recensioni film
 
Cerca titolo esatto
 

Recensioni Film
ALLEGORICO
ANIMAZIONE
ARTI MARZIALI
AVVENTURA
AZIONE
BIBLICO
BIOGRAFICO
COMICHE
COMICO
COMMEDIA
CORTOMETRAGGIO
DOCUMENTARIO
DRAMMATICO
FAMILY
FANTAPOLITICO
FANTASCIENZA
FANTASY
FAVOLA
GIALLO
GROTTESCO
GUERRA
HORROR
INCHIESTA
MEDIOMETRAGGIO
MELODRAMMA
METAFORA
MITOLOGICO
MUSICALE
NOIR
OPERETTA
PARODIA
POLITICO
POLIZIESCO
PROGRAMMA TELEVISIVO
PSICOLOGICO
RELIGIOSO
ROMANTICO
SATIRICO
SENTIMENTALE
SOCIALE
SPIONAGGIO
SPORTIVO
STORICO
SURREALE
TELEVISIVO
THRILLER
TRAGICOMMEDIA
WESTERN

I GIARDINI DEL DIAVOLO

GenereGUERRA
Anno1971
Durata92m
PaeseITALIA
 
RegiaALFREDO RIZZO
Attori
JEFF CAMERON
LEMMY CARSON
GIUSEPPE CASTELLANO
ROSSELLA COMO
MOHI ISMAIL
AMED RAMZY
ISARCO RAVAIOLI
GUALTIERO RISPOLI
ALFREDO RIZZO

Ricerca il film su DVD

Trama I GIARDINI DEL DIAVOLO
Durante l'ultimo conflitto, nell'Africa del nord, un plotone di americani comandati dal tenente Billing inviato, al comando del maggiore inglese Briggs, a distruggere un deposito tedesco. Con l'aiuto degli arabi e grazie alle astuzie dell'inglese il plotone avanza celermente ma poi deve proseguire a piedi avendo perduto gli automezzi in uno scontro con una colonna tedesca. Dopo un altro scontro vittorioso, vengono scovati in un monastero un ufficiale italiano, la sua amante crocerossina tedesca Lise e un falso frate, il capitano Karl che aveva ucciso un frate per rubargli la mappa della tomba di un Tolomeo, contenente ingenti tesori. A questo punto si litigano Billing (che vuole impossessarsi, con gli altri, del tesoro) e Briggs (che vuol proseguire la missione, ed tenuto praticamente prigioniero). Raggiunto il tesoro e perduti in scontri e accidenti vari tutti gli uomini, i due ufficiali rimangono soli con Lise, e collaborano alla distruzione del deposito tedesco. Caduto il maggiore inglese, l'americano e Lise vengono raccolti sulla spiaggia da un sottomarino.

 
Commenti inseriti: 0

Film scontati
film.zam.it 2005, Eventuali comunicazioni , segnalazioni e broken links possono essere inviati alla Redazione
Le schede e gli articoli pubblicati su zam.it possono essere riprodotti liberamente, a condizione che si specifichi l'autore e il link film.zam.it