Recensioni film
 
Cerca titolo esatto
 

Recensioni Film
ALLEGORICO
ANIMAZIONE
ARTI MARZIALI
AVVENTURA
AZIONE
BIBLICO
BIOGRAFICO
COMICHE
COMICO
COMMEDIA
CORTOMETRAGGIO
DOCUMENTARIO
DRAMMATICO
FAMILY
FANTAPOLITICO
FANTASCIENZA
FANTASY
FAVOLA
GIALLO
GROTTESCO
GUERRA
HORROR
INCHIESTA
MEDIOMETRAGGIO
MELODRAMMA
METAFORA
MITOLOGICO
MUSICALE
NOIR
OPERETTA
PARODIA
POLITICO
POLIZIESCO
PROGRAMMA TELEVISIVO
PSICOLOGICO
RELIGIOSO
ROMANTICO
SATIRICO
SENTIMENTALE
SOCIALE
SPIONAGGIO
SPORTIVO
STORICO
SURREALE
TELEVISIVO
THRILLER
TRAGICOMMEDIA
WESTERN

BANG BANG KID

GenereWESTERN
Anno1967
Durata88m
PaeseITALIA
 
RegiaLUCIANO LELLI
Attori
ENNIO ANTONELLI
LUCIANO BONANNI
TOM BOSLEY
JOSE' MARIA CAFFAREL
RENATO CHIANTONI
MARIO DANI
GIUSTINO DURANO
PINO FERRARA
EUGENIO GALADINI
RICCARDO GARRONE
GUY MADISON
SANDRA MILO
JEANINE NARDELL
NATALE NAZZARENO
MIMMO POLI
DYANIK ZURAKOWSKA

Ricerca il film su DVD

Trama BANG BANG KID
Bear Bullock, proprietario di una miniera, tiranneggia gli abitanti di Limerick, spalleggiato dal bandito Killer Kissick, In verità Bullock sarebbe diverso se Gwenda, la figlia del sindaco, si decidesse a sposarlo. Per liberarsi di Kissick, il paese decide di assoldare un pistolero più abile di lui, e lo fa nominando sceriffo un certo Newberry, giunto a Limerick insieme a Bang Bang Kid, un robot abilissimo nello sparare. Kissick viene quindi disarmato grazie a Bang Bang Kid, che Newberry comanda elettricamente, e messo in prigione, mentre la popolazione del paese, va ad assediare la casa di Bullock, il quale alla fine si arrende e viene messo in prigione. Nel frattempo Kissick riesce a fuggire e ad impossessarsi nuovamente della città. Il robot si è guastato e Newberry, travestito da Bang Bang Kid, affronta il bandito uccidendolo. Bullock intanto, liberato da Gwenda, lascia il paese insieme alla ragazza, avendo deciso di cambiare vita e di regalare la miniera ai cittadini di Limerick.

 
Commenti inseriti: 0

Film scontati
film.zam.it © 2005, Eventuali comunicazioni , segnalazioni e broken links possono essere inviati alla Redazione
Le schede e gli articoli pubblicati su zam.it possono essere riprodotti liberamente, a condizione che si specifichi l'autore e il link film.zam.it