Recensioni film
 
Cerca titolo esatto
 
Recensioni Film
ALLEGORICO
ANIMAZIONE
ARTI MARZIALI
AVVENTURA
AZIONE
BIBLICO
BIOGRAFICO
COMICHE
COMICO
COMMEDIA
CORTOMETRAGGIO
DOCUMENTARIO
DRAMMATICO
FAMILY
FANTAPOLITICO
FANTASCIENZA
FANTASY
FAVOLA
GIALLO
GROTTESCO
GUERRA
HORROR
INCHIESTA
MEDIOMETRAGGIO
MELODRAMMA
METAFORA
MITOLOGICO
MUSICALE
NOIR
OPERETTA
PARODIA
POLITICO
POLIZIESCO
PROGRAMMA TELEVISIVO
PSICOLOGICO
RELIGIOSO
ROMANTICO
SATIRICO
SENTIMENTALE
SOCIALE
SPIONAGGIO
SPORTIVO
STORICO
SURREALE
TELEVISIVO
THRILLER
TRAGICOMMEDIA
WESTERN

MOSCA A NEW YORK

MOSCA A NEW YORK
GenereCOMMEDIA
DRAMMATICO
Anno1984
Titolo Originale"MOSCOW ON THE HUDSON"
Durata115m
PaeseUSA
 
RegiaPAUL MAZURSKY
Attori
ROBIN WILLIAMS
MARIA CONCHITA ALONSO
CLEAVANT DERRICKS
ALEJANDRO REY
SAVELY KRAMAROV
ELYA BASKIN
OLEG RUDNIK
ALEKSANDR BENIAMINOV
IVO URZAL
NATALIE IWANOW
TIGER HAYNES
EYDE BYRDE
ROBERT MACBETH
DONNA INGRAM YOUNG
OLGA TALYN
ALEXANDER NARODETZKY
LUDMILA KRAMAREVSKY

Ricerca il film su DVD

Trama MOSCA A NEW YORK
Il film ha inizio a Mosca dove Vladimir, giovane sassofonista di un Circo, combatte ogni giorno con i problemi inerenti alla vita della sua città. Quindi abita in una casa di una sola stanza insieme al padre, alla madre, al nonno ed alla sorella: è costretto a file interminabili per comperare scarpe che non sono neppure della sua misura; deve fare altre code per la carta igienica che appare così preziosa da costituire oggetto di regalo, ed infine, viene anche minacciato dal K.G.B., la Polizia politica russa. Ma un giorno il suo Circo parte per New York per una serie di spettacoli e Vladimir, insieme al suo amico Anatoly, andrà in America. Anatoly, che da sempre sogna la vita americana, al momento opportuno, non ha il coraggio di mettere in atto i suoi progetti di fuga e Vladimir, all'improvviso, raccoglie la fiaccola lasciata cadere dall'amico e in una corsa mozzafiato nei magazzini Bloomingdale, riesce a sfuggire al suo gruppo e a mettersi sotto la protezione della polizia americana e di un terzetto che, da quel momento in poi, gli sarà sempre vicino. Si tratta di un giovane di colore che lo ospiterà nella sua casa, anche qui di una sola stanza abitata da tutta la famiglia: di una graziosa messicana che sarà la sua ragazza e di un azzeccagarbugli che diventerà il suo avvocato. Vladimir ottiene la cittadinanza americana ma la nostalgia per la sua patria non lo abbandona; il lavoro che riesce ad avere è umile e la sua ragazza non vuole sposarlo. Quando, una sera, viene derubato da due ladruncoli, la sua delusione esplode in una rabbia che lo porta a chiedersi se la libertà non sia, comunque, una vana aspirazione. "No, l'America è il paese dove tutto è possibile, dove la libertà e la felicità dell'uomo son protette", questo gli rispondono un compatriota russo, un vecchio cinese e un uomo di colore presenti al suo sfogo. E Vladimir se ne convince. Trova infine lavoro come musicista in un locale notturno e la sua ragazza torna da lui con propositi di convivenza e di amore duraturo. Il film si chiude sull'immagine di Vladimir che in una bella mattina suona per gioco il suo amato sassofono per strada, esprimendo così la sua gioia di vivere in un Paese dove "tutto è possibile".

 
Commenti inseriti: 0

Film scontati
film.zam.it © 2005, Eventuali comunicazioni , segnalazioni e broken links possono essere inviati alla Redazione
Le schede e gli articoli pubblicati su zam.it possono essere riprodotti liberamente, a condizione che si specifichi l'autore e il link film.zam.it