Recensioni film
 
Cerca titolo esatto
 
Recensioni Film
ALLEGORICO
ANIMAZIONE
ARTI MARZIALI
AVVENTURA
AZIONE
BIBLICO
BIOGRAFICO
COMICHE
COMICO
COMMEDIA
CORTOMETRAGGIO
DOCUMENTARIO
DRAMMATICO
FAMILY
FANTAPOLITICO
FANTASCIENZA
FANTASY
FAVOLA
GIALLO
GROTTESCO
GUERRA
HORROR
INCHIESTA
MEDIOMETRAGGIO
MELODRAMMA
METAFORA
MITOLOGICO
MUSICALE
NOIR
OPERETTA
PARODIA
POLITICO
POLIZIESCO
PROGRAMMA TELEVISIVO
PSICOLOGICO
RELIGIOSO
ROMANTICO
SATIRICO
SENTIMENTALE
SOCIALE
SPIONAGGIO
SPORTIVO
STORICO
SURREALE
TELEVISIVO
THRILLER
TRAGICOMMEDIA
WESTERN

SPERIAMO CHE SIA FEMMINA

SPERIAMO CHE SIA FEMMINA
GenereCOMMEDIA
Anno1985
Durata114m
PaeseITALIA
 
RegiaMARIO MONICELLI
Attori
RON
BERNARD BLIER
FRANCESCA CALO'
MARIO CECCHI
ATHINA CENCI
SIMONA CERA
GIULIANA DE SIO
CATHERINE DENEUVE
RICCARDO DIANA
ENIO DROVANDI
NUCCIA FUMO
GIULIANO GEMMA
PAOLO HENDEL
LUCREZIA LANTE DELLA ROVERE
ADALBERTO MARIA MERLI
CARLO MONNI
PAUL MULLER
PHILIPPE NOIRET
STEFANIA SANDRELLI
LIV ULLMANN

Ricerca il film su DVD

Trama SPERIAMO CHE SIA FEMMINA
In un bel casale di campagna di proprietà del conte Leonardo, vive la moglie Elena (da lui separata) con la figlia minore, il vecchio zio Ugo e la bambina della propria sorella (che vive a Roma e fa l'attrice). Mentre la figlia si occupa dei cavalli, Elena gestisce la proprietà con l'aiuto dell'amministratore (a lei teneramente legato) e, per la casa, della fida domestica Fosca (madre anche lei di una ragazzina). Un giorno torna Leonardo (sta a Roma con la giovane amante) e chiede un ennesimo prestito ad Elena, perché ha in animo di riaprire e sfruttare le vecchie terme che esistono nelle sue terre. Ma Elena è carica di debiti e lo stesso amministratore, esaminati i progetti e i documenti, sconsiglia una operazione così costosa ed impegnativa. Mentre intanto si presenta alla tenuta la figlia maggiore di Elena e Leonardo con fidanzato, specializzato in glottologia, del quale la giovane donna è anche assistente, in un malaugurato incidente d'auto Leonardo muore sotto gli occhi dello zio Ugo, un vecchio bislacco, ma ben voluto da tutti. Il luttuoso evento ha effetti disgreganti: Elena decide di vendere la tenuta (alla quale notoriamente aspira l'amministratore); INSERT INTO `zam_film_tit` VALUES la figlia più piccola confida in più larghe opportunità di incontri e di lavoro a Roma, la sorella di Elena pensa di riportarsi alla Capitale la bambina e perfino Fosca è ormai convinta che sarebbe l'ora di partire con la propria figlia per l'Australia, dove da anni lavora il marito. Dopo che lo zio Ugo è stato, sia pure con rammarico, sistemato in un gerontocomio, tutto è finalmente pronto per il contratto di vendita: ma ecco che la figlia maggiore di Elena torna a casa, dopo aver piantato il suo professore, del quale è rimasta incinta. In più si presenta l'amante del defunto Leonardo, per recuperare (come d'intesa, in occasione della vendita della proprietà) i milioni a lui precedentemente prestati mentre lo zio Ugo, scappato dal gerontocomio, se ne torna tutto contento ai patri lidi e Fosca rinuncia al suo viaggio, dato che, a quanto le comunica il parroco del vicino paese, l'emigrato ha ora in Australia moglie e tre bambini. Per fare l'"en-plein", anche l'attrice ha lasciato Roma e se ne torna al casale, dopo aver rotto con l'amante cittadino. La decisione di Elena è una sola: non si darà luogo a nessuna vendita e tutte resteranno unite, con cambiali in scadenza e problemi a non finire, probabilmente senza più amministratore, ma lavorando, aiutandosi e volendosi vicendevolmente bene. Tanto più che pochi mesi dopo ci sarà un nuovo arrivato. Sperando, ad ogni buon fine, che sia femmina.

 
Commenti inseriti: 0

Film scontati
film.zam.it © 2005, Eventuali comunicazioni , segnalazioni e broken links possono essere inviati alla Redazione
Le schede e gli articoli pubblicati su zam.it possono essere riprodotti liberamente, a condizione che si specifichi l'autore e il link film.zam.it