Recensioni film
 
Cerca titolo esatto
 

Recensioni Film
ALLEGORICO
ANIMAZIONE
ARTI MARZIALI
AVVENTURA
AZIONE
BIBLICO
BIOGRAFICO
COMICHE
COMICO
COMMEDIA
CORTOMETRAGGIO
DOCUMENTARIO
DRAMMATICO
FAMILY
FANTAPOLITICO
FANTASCIENZA
FANTASY
FAVOLA
GIALLO
GROTTESCO
GUERRA
HORROR
INCHIESTA
MEDIOMETRAGGIO
MELODRAMMA
METAFORA
MITOLOGICO
MUSICALE
NOIR
OPERETTA
PARODIA
POLITICO
POLIZIESCO
PROGRAMMA TELEVISIVO
PSICOLOGICO
RELIGIOSO
ROMANTICO
SATIRICO
SENTIMENTALE
SOCIALE
SPIONAGGIO
SPORTIVO
STORICO
SURREALE
TELEVISIVO
THRILLER
TRAGICOMMEDIA
WESTERN

INGANNI

GenereDRAMMATICO
Anno1985
Durata99m
PaeseITALIA
Ispirato aBASATO SUL TESTO DI DINO CAMPANA
 
RegiaLUIGI FACCINI
Attori
PIERO ANCHISI
UGO FANGAREGGI
OLGA KARLATOS
DANIELA MORELLI
REMO REMOTTI
HANS OTTO RICHTER
MATTIA SBRAGIA
BARBARA VALMORIN
BERND WITTHUSER
BRUNO ZANIN

Ricerca il film su DVD

Trama INGANNI
Il film è la storia del poeta Dino Campana - il celebre autore dei "Canti orfici" - nel periodo da lui trascorso (dal 1918 al 1932) in un manicomio della Toscana. Vi entrò poco più che trentenne (Campana è nato a Marradi nel 1885); INSERT INTO `zam_film_tit` VALUES dopo un tempestoso e appassionato amore con Rina Faccio, poetessa sotto lo pseudonimo di Sibilla Aleramo. Privato ben presto dell'amore e della comprensione dei genitori, misconosciuto dagli ambienti letterari ufficiali dopo una vita anche di vagabondo in Patria e fuori, abbandonato infine anche dall'Aleramo (che mai, tra l'altro, si recò da lui in visita); INSERT INTO `zam_film_tit` VALUES Dino Campana si trova ristretto nella squallida tetraggine della vita manicomiale. Non scriverà più un solo verso, anche se la poesia gli canta nel cuore. Un giovane psichiatra il dottor Carlo Pariani - avverso ai metodi terapeutici di una psichiatria punitiva all'epoca di moda, ottiene di prendersi cura di Dino, ne sonda la tumultuosa personalità, cercando di carpirne i ricordi e le allucinazioni e di penetrarne i più riposti segreti. Ma il "malato" resta tale, in un misterioso territorio che ondeggia tra i confini posti da una dichiarata psicopatia dissociativa e quelli della limpida freschezza della poesia, intesa come libertà e come difesa contro tutto e tutti. Il rifiuto di Dino è totale e irreversibile. Il fantasma di Sibilla, di continuo evocata, suadente ed ossessiva, non lo abbandona mai. Al giovane psichiatra, che si era sinceramente proposto di recuperare Campana e di farlo tornare tra la gente che ora ha cominciato a comprenderne il valore, non resta che constatare la propria sconfitta: il poeta, sigillato nella sua delirante solitudine, non uscirà dal carcere impostogli se non con la morte.

 
Commenti inseriti: 0

Film scontati
film.zam.it © 2005, Eventuali comunicazioni , segnalazioni e broken links possono essere inviati alla Redazione
Le schede e gli articoli pubblicati su zam.it possono essere riprodotti liberamente, a condizione che si specifichi l'autore e il link film.zam.it