Recensioni film
 
Cerca titolo esatto
 

Recensioni Film
ALLEGORICO
ANIMAZIONE
ARTI MARZIALI
AVVENTURA
AZIONE
BIBLICO
BIOGRAFICO
COMICHE
COMICO
COMMEDIA
CORTOMETRAGGIO
DOCUMENTARIO
DRAMMATICO
FAMILY
FANTAPOLITICO
FANTASCIENZA
FANTASY
FAVOLA
GIALLO
GROTTESCO
GUERRA
HORROR
INCHIESTA
MEDIOMETRAGGIO
MELODRAMMA
METAFORA
MITOLOGICO
MUSICALE
NOIR
OPERETTA
PARODIA
POLITICO
POLIZIESCO
PROGRAMMA TELEVISIVO
PSICOLOGICO
RELIGIOSO
ROMANTICO
SATIRICO
SENTIMENTALE
SOCIALE
SPIONAGGIO
SPORTIVO
STORICO
SURREALE
TELEVISIVO
THRILLER
TRAGICOMMEDIA
WESTERN

IL MISTERO DI WETHERBY

GenereDRAMMATICO
Anno1984
Titolo Originale"WETHERBY"
Durata102m
PaeseGRAN BRETAGNA
 
RegiaDAVID HARE
Attori
JUDI DENCH
PENNY DOWNIE
SUZANNA HAMILTON
IAN HOLM
TIM MCNNERY
VANESSA REDGRAVE
JOELY RICHARDSON
TOM WILKINSON
STUART WILSON
MARJORIE YATES

Ricerca il film su DVD

Trama IL MISTERO DI WETHERBY
Nell'antefatto - gradualmente ricostruito nel corso della vicenda - Jean Travers, una studentessa che vive a Wetherby nello Yorkshire, è innamorata di Jim Mortimer, ufficiale di Sua Maestà britannica. Ma Jim, che è anche molto preso della sua uniforme, deve trasferirsi in Malesia e restarvi ben sette anni. L'attesa pare alla ragazza intollerabile e i due rinunciano alle nozze (Jim morirà poi in Oriente nella maniera più ingloriosa, dopo essere stato truffato in una bisca locale). Ai nostri giorni, Jean è ora una donna matura, appena appena sfiorita, che vive sola e si dedica all'insegnamento. Ad una cena con due coppie di amici, si presenta in casa sua uno strano ospite: è John Morgan, un giovanotto che, per un curioso equivoco, sia Jean che gli altri credono un invitato. Il giorno dopo, l'ospite viene trovato cadavere sul pavimento della villetta: la sua rivoltella è vicina al corpo, la Polizia esclude presto un omicidio e da allora cominciano le indagini su quell'assurdo decesso. In un gioco continuo di ricordi e di ammissioni larvatissime, di silenzi e di indifferenza, sia Jean che i suoi amici contribuiscono, a beneficio dell'ispettore di polizia, in un mosaico di ipotesi, deduzioni e certezze, a costruire un vago profilo dello sconosciuto, il quale aveva preso per due giorni una stanza nella vicina città, messo piede nella biblioteca locale per fare, a quanto risulta, alcune ricerche e aveva, infine, anche una amichetta. Alla sconvolta Jean Travers, molte cose le dice proprio la ragazza, che lei ha accolto e medicato per una ferita ad una mano: la ragazza ammette che il giovanotto era un solitario, un essere molto assente e come ossessionato dalla propria solitudine. Una sera il poliziotto, che è stato nel frattempo abbandonato dall'amante Chris e che pare deciso a lasciare il servizio, si reca nell'abitazione di Jean (per la quale è insorta in lui una certa tenerezza); INSERT INTO `zam_film_tit` VALUES sollecitandone una piena confessione. Si apprende così che, la sera della famosa cena, John Morgan si era offerto di salire sul tetto per riparare una tegola: affascinata da quel bizzarro intruso, Jean, salita con lui in soffitta, aveva fatto delle "avances" e l'altro, come in un "raptus", aveva avvinghiato a sè la donna in un abbraccio violento e disperato. Due solitudini si erano incontrate, ma Morgan era stato rifiutato: dal che, probabilmente, il suicidio. Jean continuerà a vivere la sua vita di insegnante, non dimentica del suo sterile passato, ormai appannato dal tempo, ma cosciente di quell'incontro inatteso ed assurdo, che sembra aver riacceso in lei le vampe di una femminilità non estinta.

 
Commenti inseriti: 0

Film scontati
film.zam.it © 2005, Eventuali comunicazioni , segnalazioni e broken links possono essere inviati alla Redazione
Le schede e gli articoli pubblicati su zam.it possono essere riprodotti liberamente, a condizione che si specifichi l'autore e il link film.zam.it