Recensioni film
 
Cerca titolo esatto
 
Recensioni Film
ALLEGORICO
ANIMAZIONE
ARTI MARZIALI
AVVENTURA
AZIONE
BIBLICO
BIOGRAFICO
COMICHE
COMICO
COMMEDIA
CORTOMETRAGGIO
DOCUMENTARIO
DRAMMATICO
FAMILY
FANTAPOLITICO
FANTASCIENZA
FANTASY
FAVOLA
GIALLO
GROTTESCO
GUERRA
HORROR
INCHIESTA
MEDIOMETRAGGIO
MELODRAMMA
METAFORA
MITOLOGICO
MUSICALE
NOIR
OPERETTA
PARODIA
POLITICO
POLIZIESCO
PROGRAMMA TELEVISIVO
PSICOLOGICO
RELIGIOSO
ROMANTICO
SATIRICO
SENTIMENTALE
SOCIALE
SPIONAGGIO
SPORTIVO
STORICO
SURREALE
TELEVISIVO
THRILLER
TRAGICOMMEDIA
WESTERN

STORIA DI UN SOLDATO

STORIA DI UN SOLDATO
GenereDRAMMATICO
Anno1984
Titolo Originale"A SOLDIER'S STORY"
Durata98m
PaeseUSA
Ispirato aLAVORO TEATRALE "A SOLDIER'S PLAY" DI CHARLES FULLER
 
RegiaNORMAN JEWISON
Attori
HOWARD E. ROLLINS JR.
ADOLPH CAESAR
ART EVANS
DAVID ALAN GRIER
DAVID HARRIS
DENNIS LIPSCOMB
LARRY RILEY
PATRICIA BRANDKAMP
CARL DREHER
PAT GRABE
JOHN HANCOCK
WINGS HAUSER
WILLIAM ALLEN JOUNG
PATTI LA BELLE
SCOTT PAULIN
VAUGHN REEVES
ROBERT TOWNSEND
ROBERT TYLER
DENZEL WASHINGTON
TREY WILSON

Ricerca il film su DVD

Trama STORIA DI UN SOLDATO
Il film è ambientato in Louisiana. Siamo nel 1944, in un campo di addestramento militare, dove gli uomini si preparano in attesa di essere avviati sui vari fronti di Oltremare. In una compagnia formata esclusivamente di afroamericani, il sergente Waters, anche lui di colore, è da tutti detestato per il suo carattere aggressivo, il suo rigore ed il suo sostanziale ed infinito disprezzo per tutta la gente di colore "vecchia maniera" (e, cioè, quella più semplice, servile e credulona). L'addestramento sotto di lui e la stessa vita di caserma sono una quotidiana occasione di tensioni e di rischi. Una notte in cui si è preso una formidabile sbronza in un locale cittadino, il sergente viene trovato ucciso a revolverate (le pallottole sono di ordinanza) tra i cespugli di una strada di periferia. Disposta una inchiesta dalle Autorità di Washington (poco persuase di quella sbrigativamente fatta sul posto dal comandante del campo), un ispettore viene inviato con compiti ben precisi. Con sorpresa generale, si tratta di un avvocato militare, il capitano Davenport: un afroamericano professionalmente preparato (è laureato ad Harvard), dai modi impeccabili ed assolutamente intenzionato a fare luce sull'assassinio. Gli ufficiali bianchi del campo sorridono di lui e del suo grado, né sembrano scomporsi molto; lo stesso comandante gli fa capire che in due o tre giorni tutto dovrà essere concluso (e concluso bene, nel senso che nessun bianco, del campo o della stessa città, potrebbe seriamente venire accusato della morte del sergente). Ma Davenport è uomo integro, paziente e scrupoloso. L'inchiesta procede tra un interrogatorio e l'altro: vengono fuori mille dettagli, rivalità, rancori e soprusi e tutti i mal nascosti fermenti di un odio autentico contro il sergente. Con le ammissioni o dichiarazioni dei soldati di colore, viene gradualmente a concretizzarsi un quadro sconcertante di pregiudizi e violenze, di frustrazioni e di orgogliose ambizioni. Essi stessi sembrano spesso tra loro divisi od ostili e, spesso, appare difficile separare i capri espiatori dagli oppressori: tutti, tra l'altro, aventi la stessa divisa militare. Ad un certo momento, pare che la morte di Waters sia da addebitare a due ufficiali bianchi, da lui insultati tra i fumi dell'alcool. Ma così non è. Il sergente è stato, in realtà, ucciso da un soldato, di colore come lui, stanco di tanti soprusi e amico di un commilitone, inoffensivo e candido quanti altri mai, portato all'esasperazione dal sergente e perciò impiccatosi nella cella di punizione. Mentre Davenport conduce il proprio rapporto, arriva l'ordine di partenza. La guerra non è ancora finita. Bianchi e neri lasciano insieme il campo per combattere insieme.

 
Commenti inseriti: 0

Film scontati
film.zam.it © 2005, Eventuali comunicazioni , segnalazioni e broken links possono essere inviati alla Redazione
Le schede e gli articoli pubblicati su zam.it possono essere riprodotti liberamente, a condizione che si specifichi l'autore e il link film.zam.it