Recensioni film
 
Cerca titolo esatto
 

Recensioni Film
ALLEGORICO
ANIMAZIONE
ARTI MARZIALI
AVVENTURA
AZIONE
BIBLICO
BIOGRAFICO
COMICHE
COMICO
COMMEDIA
CORTOMETRAGGIO
DOCUMENTARIO
DRAMMATICO
FAMILY
FANTAPOLITICO
FANTASCIENZA
FANTASY
FAVOLA
GIALLO
GROTTESCO
GUERRA
HORROR
INCHIESTA
MEDIOMETRAGGIO
MELODRAMMA
METAFORA
MITOLOGICO
MUSICALE
NOIR
OPERETTA
PARODIA
POLITICO
POLIZIESCO
PROGRAMMA TELEVISIVO
PSICOLOGICO
RELIGIOSO
ROMANTICO
SATIRICO
SENTIMENTALE
SOCIALE
SPIONAGGIO
SPORTIVO
STORICO
SURREALE
TELEVISIVO
THRILLER
TRAGICOMMEDIA
WESTERN

PORTE APERTE

GenereDRAMMATICO
Anno1989
Durata108m
PaeseITALIA
Ispirato aLIBERAMENTE ISPIRATO AL LIBRO OMONIMO "PORTE APERTE" DI LEONARDO SCIASCIA
 
RegiaGIANNI AMELIO
Attori
GIAN MARIA VOLONTE'
ENNIO FANTASTICHINI
RENATO CARPENTIERI
TUCCIO MUSUMECI
SILVERIO BLASI
LYDIA ALFONSI
VITALBA ANDREA
ANTONIO APPIERTO
NICOLA BADALUCCO
PIETRO BERTONE
TURI CATANZARO
FRANCESCO GABRIELE
DOMENICO GENNARO
RENZO GIOVAMPIETRO
CINZIA INSINGA
NINO ISAIA
GIANCARLO KORY
MARIA LAURETTA
FABRIZIO MENDOLA
SARA MICALIZZI
ROBERTO NOBILE
TONY PALAZZO
GIACOMO PIPERNO
MELITA POMA
GIGLIOLA RAJA
ELEONORA SCHININA'
FRANCESCO SINERI
MARIA SPADOLA
LUIGI STEFANACHI
ORAZIO STRACUZZI
EGIDIO TERMINE
NICOLA VIGILANTE
PAOLO VOLPICELLI
VITTORIO ZARFATI

Ricerca il film su DVD

Trama PORTE APERTE
A Palermo nel 1936, con assoluta freddezza, Tommaso Scalia uccide tre volte: prima elimina con una coltellata l'ex superiore Avvocato Spatafora, che lo aveva licenziato; poi il collega che ha preso il suo posto di impiegato presso una organizzazione sindacale fascista e infine la moglie dopo averla violentata in una strada fra gli ulivi. Il destino di Scalia appare segnato poichè, secondo il codice penale dell'epoca, per delitti del genere è prevista la pena di morte con fucilazione alla schiena. Ma Vito Di Francesco, un giudice "a latere", che detesta l'idea stessa della pena di morte e che la considera una prova manifesta di inciviltà giuridica ed umana, pur di fronte all'assassinio più orrendo, scava così nella vita dell'imputato, pone precise domande ai testimoni e indaga per conto suo, allo scopo di trovare, per sete di giustizia, spiragli di attenuanti, che infatti trova. Durante il processo, il giudice paziente e scrupoloso non solo incontra le pressioni del procuratore e dello stesso presidente del tribunale, per i quali si deve rispettare quella legge che il regime fascista ha voluto onde eliminare i delinquenti e assicurare ai cittadini la possibilità di "dormire con le porte aperte", ma perfino l'ostilità dello stesso imputato, il quale, coerentemente ai propri principi di violenza, vuole caparbiamente che il tribunale lo condanni a morte. Si associa a Di Francesco solo il giurato Consolo - un proprietario terriero dei dintorni - uomo modesto, ma pieno di buonsenso e di umanità. Grazie anche all'appoggio di costui, il coraggioso magistrato riesce a far condannare Scalia all'ergastolo. Sarà subito trasferito in una oscura Pretura, pagando con ciò l'audacia del proprio comportamento, ma recando incise nel cuore parole di fiducia in un avvenire, in cui sulla Giustizia non pesi l'ombra di norme e procedure imposte dalla politica.

 
Commenti inseriti: 0

Film scontati
film.zam.it © 2005, Eventuali comunicazioni , segnalazioni e broken links possono essere inviati alla Redazione
Le schede e gli articoli pubblicati su zam.it possono essere riprodotti liberamente, a condizione che si specifichi l'autore e il link film.zam.it