Recensioni film
 
Cerca titolo esatto
 

Recensioni Film
ALLEGORICO
ANIMAZIONE
ARTI MARZIALI
AVVENTURA
AZIONE
BIBLICO
BIOGRAFICO
COMICHE
COMICO
COMMEDIA
CORTOMETRAGGIO
DOCUMENTARIO
DRAMMATICO
FAMILY
FANTAPOLITICO
FANTASCIENZA
FANTASY
FAVOLA
GIALLO
GROTTESCO
GUERRA
HORROR
INCHIESTA
MEDIOMETRAGGIO
MELODRAMMA
METAFORA
MITOLOGICO
MUSICALE
NOIR
OPERETTA
PARODIA
POLITICO
POLIZIESCO
PROGRAMMA TELEVISIVO
PSICOLOGICO
RELIGIOSO
ROMANTICO
SATIRICO
SENTIMENTALE
SOCIALE
SPIONAGGIO
SPORTIVO
STORICO
SURREALE
TELEVISIVO
THRILLER
TRAGICOMMEDIA
WESTERN

C'ERA UN CASTELLO CON QUARANTA CANI

GenereCOMMEDIA
Anno1989
Durata98m
PaeseITALIA
Ispirato aTRATTO DAL ROMANZO DI REMO FORLANI "AU BONHEUR DES CHIENS"
 
RegiaDUCCIO TESSARI
Attori
PETER USTINOV
DELPHINE FORREST
SALVATORE CASCIO
ROBERTO ALPI
JEAN-CLAUDE BRIALY
JOSE' MARIA CAFFAREL
FIAMMETTA BARALLA
MERCEDES ALONSO
GINA ROVERE
MICAELA PIGNATELLI
GIGI BONOS
NICOLA PIETRANGELI

Ricerca il film su DVD

Trama C'ERA UN CASTELLO CON QUARANTA CANI
Bob, un manager milanese, vive con una piacente vedova, Giovanna, e col figlio di lei, il piccolo Tom, al quale è molto affezionato. Alla morte di una lontana zia contessa, Bob eredita un antico castello in Toscana, e vi si reca con Giovanna e Tom, per venderlo al più presto, anche perchè il notaio locale, Renzoni, lo ha spaventato, parlandogli della cifra necessaria per la tassa di successione. Ma i tre restano affascinati dalla bellezza della campagna e del castello, e Tom è subito entusiasta di due grossi cani, che fanno parte dell'eredità. Bob, intanto, fa amicizia con la maestrina Violetta, che insegna nel paese e tiene anche lo spaccio, e coll'anziano veterinario Muggione, filosofo ed ecologista. Giovanna, lusingata dai rapporti coi nobili vicini, non vuol più partire, e inizia invece una redditizia attività, impiantando nei terreni del castello una pensione per cani di lusso, che subito raccoglie molti esemplari delle più varie razze, tutti intelligenti e simpatici. Tom è felice di stare in mezzo alla natura e agli animali, e Bob si adatta rapidamente alla nuova vita. Però Giovanna riparte per Milano, quando i vicini titolati se ne vanno, dopo aver promesso la vendita della casa e del terreni ad un importante gruppo industriale, che vuol trasformare tutta la zona in un complesso residenziale. Poichè Bob rifiuta invece di vendere la sua proprietà, il notaio, che è interessato nell'affare, gli fa bruciare una notte i canili, causando così la morte di uno dei cani. Bob è costretto allora ad accettare di vendere anche perchè riceve l'ingiunzione di pagare subito la tassa di successione. L'asta fittizia per l'acquisto del castello sarebbe vinta dal complesso concorrente, ma Muggione riesce a far perdere tempo al giudice, permettendo così ad un funzionario delle Belle Arti di dichiarare il castello monumento nazionale, a causa di preziosi affreschi antichi scoperti da Tom. La proprietà resta perciò a Bob, che è ormai felicemente legato a Violetta, e terrà con sé Tom, il quale lo chiama papà Giovanna ha nel frattempo sposato un altro. I cani riavranno la loro comoda pensione.

 
Commenti inseriti: 0

Film scontati
film.zam.it © 2005, Eventuali comunicazioni , segnalazioni e broken links possono essere inviati alla Redazione
Le schede e gli articoli pubblicati su zam.it possono essere riprodotti liberamente, a condizione che si specifichi l'autore e il link film.zam.it