Recensioni film
 
Cerca titolo esatto
 

Recensioni Film
ALLEGORICO
ANIMAZIONE
ARTI MARZIALI
AVVENTURA
AZIONE
BIBLICO
BIOGRAFICO
COMICHE
COMICO
COMMEDIA
CORTOMETRAGGIO
DOCUMENTARIO
DRAMMATICO
FAMILY
FANTAPOLITICO
FANTASCIENZA
FANTASY
FAVOLA
GIALLO
GROTTESCO
GUERRA
HORROR
INCHIESTA
MEDIOMETRAGGIO
MELODRAMMA
METAFORA
MITOLOGICO
MUSICALE
NOIR
OPERETTA
PARODIA
POLITICO
POLIZIESCO
PROGRAMMA TELEVISIVO
PSICOLOGICO
RELIGIOSO
ROMANTICO
SATIRICO
SENTIMENTALE
SOCIALE
SPIONAGGIO
SPORTIVO
STORICO
SURREALE
TELEVISIVO
THRILLER
TRAGICOMMEDIA
WESTERN

TESTE RASATE

GenereDRAMMATICO
Anno1992
Durata97m
PaeseITALIA
 
RegiaCLAUDIO FRAGASSO
Attori
FRANCESCO ACQUAROLI
GIULIO BASE
FRANCA BETTOJA
GIULIO BIANCHINI
ROBERTO BLANCO
FLAVIO BUCCI
ENZO CECCARELLI
VERONICA D'OMBRA
FABIENNE GUEYE
ENZO MARCELLI
STEFANO MOLINARI
MARCO MORABITO
ANTONELLO MORRONI
GIANCARLO PALERMO
LUCE PUGLIA
FRANCESCA RIOLO
GIANMARCO TOGNAZZI
MASSIMO VANNI

Ricerca il film su DVD

Trama TESTE RASATE
Marco ha ventidue anni. Vive con la madre, un'infermiera che fa i doppi turni per mantenere se stessa e quell'unico figlio che la riempie solo di preoccupazioni. Marco ha cambiato sette scuole, di lavoro non se ne parla, la sua vita di tutti i giorni si divide tra il bar sotto casa con i tre amici di sempre, tra sport, moto e scorribande notturne nei locali, alla ricerca di qualche novità da esaltare il giorno dopo al solito bar e l'incontro d'amore con una giovane colf somala, Zaira. Un ragazzo come tanti nella periferia soffocata dal cemento del quartiere tuscolano. Finché una mattina ha l'incontro che gli cambia la vita. Una "testa rasata", un leader autoritario e massiccio, Saverio (detto il Fuhrer) che agisce senza esitare davanti ad una situazione dove nessun altro ha preso l'iniziativa, Marco lo osserva rapito senza capire le reali intenzioni dell'altro. Per lui quell'incontro è la scintilla che a poco a poco divampa per svilupparsi in un fuoco sacro. Marco lo segue, lo spia e scopre che Saverio (il Fuhrer) è a capo di un covo di naziskin che praticano arti marziali e spedizioni punitive contro gli extra comunitari e i commercianti di fede ebraica. Per marco diventa essenziale farsi accettare da quel gruppo così seducente nella loro integrità fisica e di concetto. Pur di arrivare alla loro stima accetta di vivere in piena schizofrenia dilaniata dalla più grande delle contraddizioni. Il rapporto con Zaira, che va avanti crescendo di intensità è tenuto gelosamente nascosto ai "nazi" con i quali Marco partecipa alle scorribande punitive di notte. Ecco che il suo senso della realtà vacilla, si incrinano i rapporti. Dapprima con gli amici del bar, poi con la madre, con il commerciante ebreo, l'unico pronto e disposto a farlo ragionare dall'inizio della sua fascinazione. Infine con Zaira la sola vera base solida e sincera della sua giovane vita. Finché l'odio e il senso di colpa, il rancore di una esistenza priva di margini e di futuro non degenerano nel delirio più bieco, nell'aberrazione, nella tragedia antica e prevedibile anche se volutamente casuale. L'orrore del quotidiano è solo una metafora per far gridare ai più giovani la loro impotenza di fronte ad un "esistere" indifeso e fragile. Un grido che riporta in sé l'eco di angoscia e disperazione delle ultime generazioni.

 
Commenti inseriti: 0

Film scontati
film.zam.it © 2005, Eventuali comunicazioni , segnalazioni e broken links possono essere inviati alla Redazione
Le schede e gli articoli pubblicati su zam.it possono essere riprodotti liberamente, a condizione che si specifichi l'autore e il link film.zam.it