Recensioni film
 
Cerca titolo esatto
 
Recensioni Film
ALLEGORICO
ANIMAZIONE
ARTI MARZIALI
AVVENTURA
AZIONE
BIBLICO
BIOGRAFICO
COMICHE
COMICO
COMMEDIA
CORTOMETRAGGIO
DOCUMENTARIO
DRAMMATICO
FAMILY
FANTAPOLITICO
FANTASCIENZA
FANTASY
FAVOLA
GIALLO
GROTTESCO
GUERRA
HORROR
INCHIESTA
MEDIOMETRAGGIO
MELODRAMMA
METAFORA
MITOLOGICO
MUSICALE
NOIR
OPERETTA
PARODIA
POLITICO
POLIZIESCO
PROGRAMMA TELEVISIVO
PSICOLOGICO
RELIGIOSO
ROMANTICO
SATIRICO
SENTIMENTALE
SOCIALE
SPIONAGGIO
SPORTIVO
STORICO
SURREALE
TELEVISIVO
THRILLER
TRAGICOMMEDIA
WESTERN

UNA PURA FORMALITA'

UNA PURA FORMALITA'
GenereFANTASY
Anno1994
Durata108m
PaeseITALIA
 
RegiaGIUSEPPE TORNATORE
Attori
GERARD DEPARDIEU
ROMAN POLANSKI
SERGIO RUBINI
NICOLA DI PINTO
TANO CIMAROSA
PAOLO LOMBARDI
MARIA ROSA SPAGNOLO

Ricerca il film su DVD

Trama UNA PURA FORMALITA'
Durante una pioggia torrenziale, un uomo infangato ed infreddolito, trovato dalla polizia senza documenti, viene condotto in un fatiscente commissariato, dove l'orologio ha le lancette spezzate e dal soffitto gocciola l'acqua, che viene raccolta con recipienti vari. Un inserviente gli offre del latte caldo ma lui glielo getta in faccia e successivamente ha un diverbio con gli agenti. Al commissario sopraggiunto dice di essere Onoff, il celebre scrittore: l'altro gli cita allora la frase di un suo romanzo, ma egli non la ricorda. Lo scrittore si cita a sua volta ed il commissario si convince, ma si stupisce di vederlo senza la folta barba: anche lo scrittore non sa spiegarsi la cosa; poi nel cambiarsi gli abiti si accorge di una macchia di sangue sulla camicia strappata e dopo aver tentato di eliminare il brandello lo ingoia. Nella contraddittoria deposizione, ammette di aver passato la notte nel casale con tale Daniela Febbraio, la sua agente. Intanto chiede invano di telefonare: le linee telefoniche sono interrotte. Approfittando dell'assenza della luce Onoff stordisce un agente e si cala dalla finestra, ma, dopo esser incappato in una tagliola, viene ripreso. Nuovi elementi emergono: Onoff è un trovatello di nome Biagio Febbraio, ed il suo maestro è stato un barbone del quale ha decifrato un libro scritto in codice che lo ha consacrato definitivamente; è stato sposato due volte e la donna con cui ha trascorso le ultime ore è la seconda ex moglie, Paola. Il commissario gli mostra delle fotografie trovate nel suo casale: le cercava da tempo, e vi riconosce volti e nomi della gioventù. Infine ha la visione di se stesso che si spara. Invano chiama Paola al telefono: lei non sembra sentirlo. La verità è che si è suicidato. Poi un altro essere giunge allo strano commissariato per un interrogatorio, mentre lui viene portato via.

 
Commenti inseriti: 0

Film scontati
film.zam.it © 2005, Eventuali comunicazioni , segnalazioni e broken links possono essere inviati alla Redazione
Le schede e gli articoli pubblicati su zam.it possono essere riprodotti liberamente, a condizione che si specifichi l'autore e il link film.zam.it