Recensioni film
 
Cerca titolo esatto
 

Recensioni Film
ALLEGORICO
ANIMAZIONE
ARTI MARZIALI
AVVENTURA
AZIONE
BIBLICO
BIOGRAFICO
COMICHE
COMICO
COMMEDIA
CORTOMETRAGGIO
DOCUMENTARIO
DRAMMATICO
FAMILY
FANTAPOLITICO
FANTASCIENZA
FANTASY
FAVOLA
GIALLO
GROTTESCO
GUERRA
HORROR
INCHIESTA
MEDIOMETRAGGIO
MELODRAMMA
METAFORA
MITOLOGICO
MUSICALE
NOIR
OPERETTA
PARODIA
POLITICO
POLIZIESCO
PROGRAMMA TELEVISIVO
PSICOLOGICO
RELIGIOSO
ROMANTICO
SATIRICO
SENTIMENTALE
SOCIALE
SPIONAGGIO
SPORTIVO
STORICO
SURREALE
TELEVISIVO
THRILLER
TRAGICOMMEDIA
WESTERN

VICTOR...

GenereMETAFORA
Anno1998
Titolo Originale"VICTOR...PENDANT QU'IL EST TROP TARD"
Durata88m
PaeseFRANCIA
Ispirato aLIBERAMENTE TRATTO DA "LES AILES DE JULIEN" DI DENIS BELLOC
 
RegiaSANDRINE VEYSSET
Attori
LYDIA ANDREJ
PAULETTE BENSON
JEREMY CHAIX
MARYLINE DESTOR
LAURENT FRULEUX
SKAN GUENIN
MATHIEU LANE'
CHANTAL MALEBERT
NICOLE RICAHRD
ANDREE VEYSSET
CATHERINE WINTERMAN

Ricerca il film su DVD

Trama VICTOR...
A fine giornata, stanchissimo, Victor, dieci anni, si addormenta dentro ad una giostra. Tutt'intorno c'è il luna-park con tanti rumori e tante luci. Victor è scappato di casa. Mick, venticinque anni, figlio di una giostraia affettuosa e protettiva, vede il piccolo Victor e lo prende con sé. Mick, un po' fragile e impacciato, è innamorato di Triche, trenta anni, che di giorno sta in casa e di notte si prostituisce. Mick va da Triche e poi lascia il bambino lì. Triche cerca di liberarsene, lo riporta fuori, va al lavoro ma, quando torna, lui è ancora davanti alla sua porta. Triche allora decide di tenerlo con sé. Victor si taglia i capelli per essere diverso da prima e dimenticare il passato (i genitori avevano rapporti davanti a lui). A poco a poco Victor comincia a giocare con Robert, figlio della portiera, e ritrova le gioie dell'infanzia. Ma la tranquillità non dura molto. Ben presto Triche si dimostra non in grado di continuare la propria vita e quella di 'madre' del piccolo. Robert viene invitato a non giocare più con il coetaneo. Victor sente di essere nuovamente solo. Nella notte della città, il bambino si sente proiettato in un brutto sogno: è come il nano Simplet con una camicia da notte troppo lunga e il berretto da cui spuntano le orecchie.

 
Commenti inseriti: 0

Film scontati
film.zam.it © 2005, Eventuali comunicazioni , segnalazioni e broken links possono essere inviati alla Redazione
Le schede e gli articoli pubblicati su zam.it possono essere riprodotti liberamente, a condizione che si specifichi l'autore e il link film.zam.it