Recensioni film
 
Cerca titolo esatto
 
Recensioni Film
ALLEGORICO
ANIMAZIONE
ARTI MARZIALI
AVVENTURA
AZIONE
BIBLICO
BIOGRAFICO
COMICHE
COMICO
COMMEDIA
CORTOMETRAGGIO
DOCUMENTARIO
DRAMMATICO
FAMILY
FANTAPOLITICO
FANTASCIENZA
FANTASY
FAVOLA
GIALLO
GROTTESCO
GUERRA
HORROR
INCHIESTA
MEDIOMETRAGGIO
MELODRAMMA
METAFORA
MITOLOGICO
MUSICALE
NOIR
OPERETTA
PARODIA
POLITICO
POLIZIESCO
PROGRAMMA TELEVISIVO
PSICOLOGICO
RELIGIOSO
ROMANTICO
SATIRICO
SENTIMENTALE
SOCIALE
SPIONAGGIO
SPORTIVO
STORICO
SURREALE
TELEVISIVO
THRILLER
TRAGICOMMEDIA
WESTERN

MOLOCH

MOLOCH
GenereDRAMMATICO
Anno1999
Titolo Originale"MOLOCH"
Durata102m
PaeseGERMANIA
ITALIA
RUSSIA
 
RegiaALEKSANDR SOKUROV
Attori
ELENA RUFANOVA
LEONID MOSGOVOI
LEONID SOKOL
VLADIMIR BOGDANOV
ANTOLI SCHWEDERSKI
ELENA SPIRIDONOVA

Ricerca il film su DVD

Trama MOLOCH
Alpi bavaresi, primavera 1942. In un castello isolato in cima ad una collina avvolta nelle nebbie Eva Braun accoglie ospiti importanti: il 'suo' Adolf Hitler, il consigliere Martin Bormann con il segretario, Joseph Goebbels con la moglie Magda. Poco dopo l'arrivo, Hitler si mette a letto: è convinto di avere il cancro, ma Eva con decisione gli fa capire che non è vero. Quando sono a tavola per il pranzo, Hitler dice che si dovrà dichiarare guerra all'Italia, poi si addormenta. Più tardi arriva un sacerdote e a lui il Fuhrer comunica il proprio pensiero: quelli che adorano un uomo morto in croce non vogliono morire. In un salone attiguo Hitler va subito dopo a vedere un filmato a 16 mm. sulle operazioni di guerra contro l'URSS e le riprese di un concerto sinfonico. Arriva così l'ora di cena, e tutti si siedono di nuovo a tavola. Si parla di donne e di altro. Ad un certo punto, Magda saluta e va a dormire. Lo stesso fa Hitler poco dopo. In stanza c'è anche Eva, che gli dice: "E' per timore della banalità che sei diventato così duro". E poi gli confessa i propri tradimenti. La mattina dopo Hitler e il suo seguito ripartono.

 
Commenti inseriti: 0

Film scontati
film.zam.it © 2005, Eventuali comunicazioni , segnalazioni e broken links possono essere inviati alla Redazione
Le schede e gli articoli pubblicati su zam.it possono essere riprodotti liberamente, a condizione che si specifichi l'autore e il link film.zam.it