Recensioni film
 
Cerca titolo esatto
 

Recensioni Film
ALLEGORICO
ANIMAZIONE
ARTI MARZIALI
AVVENTURA
AZIONE
BIBLICO
BIOGRAFICO
COMICHE
COMICO
COMMEDIA
CORTOMETRAGGIO
DOCUMENTARIO
DRAMMATICO
FAMILY
FANTAPOLITICO
FANTASCIENZA
FANTASY
FAVOLA
GIALLO
GROTTESCO
GUERRA
HORROR
INCHIESTA
MEDIOMETRAGGIO
MELODRAMMA
METAFORA
MITOLOGICO
MUSICALE
NOIR
OPERETTA
PARODIA
POLITICO
POLIZIESCO
PROGRAMMA TELEVISIVO
PSICOLOGICO
RELIGIOSO
ROMANTICO
SATIRICO
SENTIMENTALE
SOCIALE
SPIONAGGIO
SPORTIVO
STORICO
SURREALE
TELEVISIVO
THRILLER
TRAGICOMMEDIA
WESTERN

LA SPADA DELL'ISLAM

GenereAVVENTURA
Anno1961
Durata97m
PaeseITALIA
 
RegiaENRICO BOMBA
RegiaANDREW MARTON
Attori
RASHDI ABAZA
EMA ANDI
FEDERICO CHENTRENS
FRANCO CORELLI
MARIO DIONISI
LUBNA BED EL AZIZ
FOLCO LULLI
LUISA MATTIOLI
AHMED MAZHAR
SILVANA PAMPANINI

Ricerca il film su DVD

Trama LA SPADA DELL'ISLAM
Prima di venire ucciso da un gruppo di congiurati il Sultano dell'Islam riesce a porre in salvo la figlia Gihad ed il giovane principe Mamuth, affidandoli alla protezione d'un devoto amico, Salim. Questi, perché i sicari perdano definitivamente le tracce dei due giovani, li affida ad un mercante di schiavi, il quale vende la fanciulla alla regina Shagaret e Mamuth al principe Aibek. Dopo quindici anni Salim, che è divenuto cieco a causa delle torture inflittegli dagli assassini del sultano, ritrova sia Gihad che Mamuth. Intanto la regina Shagaret fa assassinane Aibek dopo averlo sposato, e rimane a sua volta vittima della prima moglie di lui. Rimasto vacante il sultanato di fronte all'imminente pericolo di una invasione tartara i dignitari della corte affidano a Mamuth, reintegrato nel suo nobile rango, l'esercito dell'Islam che questi conduce alla vittoria. Tornata la pace, Mamuth sarà acclamato nuovo sultano ed avrà accanto a sé, sul trono, l'amata Gihad.

 
Commenti inseriti: 0

Film scontati
film.zam.it © 2005, Eventuali comunicazioni , segnalazioni e broken links possono essere inviati alla Redazione
Le schede e gli articoli pubblicati su zam.it possono essere riprodotti liberamente, a condizione che si specifichi l'autore e il link film.zam.it